Profilo biografico di Antonio Zampolli

Laurea in Lettere Classiche. Tesi in Linguistica: “Studi di Linguistica Statistica con Machine IBM”, 110 e lode, Università di Padova (1960).

Borsa di studio NATO, "Scuola Estiva Internazionale sulla Traduzione automatica” (1961) e borsa di studio NATO, “Scuola Estiva Internazionale sulla Documentazione Automatica” (1962).

Direttore di Ricerca e Assistente del Direttore del Centro per l’Automazione dell’Analisi Linguistica (CAAL), Gallarate e Pisa (1960-1966).

Ricercatore (Assistente Tecnico Maggiore) presso il Centro IBM di Pisa, Responsabile della Linguistica Computazionale (1967-1975).

Professore Ordinario di Linguistica Computazionale all'Università di Pisa (1969), fondatore e Direttore della Divisione Linguistica del CNUCE (1969), trasformata nel 1978 in Laboratorio, e nel 1980 in istituto autonomo, l'Istituto di Linguistica Computazionale (ILC) del Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR).

È stato particolarmente coinvolto nello studio di strategie per la collaborazione internazionale e nella proposta di nuovi paradigmi di ricerca:

  • presidente di ALLC, EURALEX, GILA;
  • vice-presidente di ACH, ICCL, AILA, CETIL;
  • fondatore e presidente del Comitato Direttivo di ELRA;
  • presidente della Conferenza Internazionale sulle Risorse Linguistiche e sulla Valutazione (LREC);
  • direttore delle Scuole Estive Internazionali di Pisa per l'Informatica Letteraria e Linguistica;
  • membro del comitato coordinatore del TEI;
  • membro dell’Advisory Board del Linguistic Data Consortium;
  • fondatore e membro del comitato di gestione di ELSNET;
  • membro di numerosi comitati di esperti della Comunità Europea;
  • rappresentante per l'Informatica Letteraria e Linguistica all’interno della Permanent Steering Committee della European Science Foundation e del Comitato Esecutivo dell’ACL;
  • coordinatore di numerosi progetti europei, in particolare per la creazione e standardizzazione delle risorse linguistiche e per la collaborazione internazionale;
  • coordinatore di progetti italiani nazionali, gli ultimi dei quali sono stati “Infrastruttura Nazionale per le Risorse Linguistiche nell’ambito della Elaborazione Automatica del Linguaggio Naturale scritto e parlato” e “Linguistica Computazionale: ricerche mono e multilingui";
  • promotore di progetti nazionali nel campo delle biblioteche digitali negli studi umanistici;
  • membro del comitato editoriale di numerose pubblicazioni scientifiche: “Computers and the Humanities”, “Histoire et Mesure”, “Review of Applied Linguistics”, “Literary and Linguistic Computing”, ecc.;
  • direttore della rivista italiana “Linguistica Computazionale”, da lui fondata nel 1981 e originariamente pubblicata da IEPI (Pisa-Roma);
  •  organizzatore e presidente di numerosi congressi internazionali.

 Principali aree di ricerca

  • Lessicologia e lessicografia computazionali;
  • insegnamento delle lingue assistito dal computer;
  • grammatiche formali e parser;
  • analisi testuale letteraria e linguistica;
  • traduzione automatica, multimedialità e multilinguismo;
  • linguistica quantitativa;
  • progettazione e costruzione di risorse linguistiche;
  • standard per l’elaborazione dei dati letterari e linguistici.

Torna a Antonio Zampolli - Il Fondatore dell'ILC