Aree di Competenza

Aree di Competenza

Le attività di ricerca e sviluppo dell'ILC di oggi sono riconducibili a quattro aree di competenza principali costituite rispettivamente da:

  • Trattamento Automatico del Testo e Filologia Computazionale;
  • Trattamento Automatico del Linguaggio Naturale ed Estrazione di Conoscenza;
  • Risorse, Standard e Infrastrutture;
  • Modelli Computazionali dell'Uso Linguistico.

La varietà delle aree di competenza coperte, che formano il "patrimonio genetico" dell'ILC, rende l'Istituto una realtà unica nel panorama italiano e internazionale. Le competenze maturate nelle singole aree si combinano in modo vario, innovativo e sinergico all'interno di progetti di ricerca, collaborazioni e laboratori.

Evoluzione delle aree di competenza nella storia dell'ILC

Fin dalle origini, l’ILC ha ripartito le sue attività tra diverse linee di ricerca. Inizialmente, il focus era su quelle che costituiscono le “anime” storiche della linguistica computazionale: da un lato lo Humanistic Text Processing (HTP), rappresentato dal ricorso a metodi e tecniche computazionali a supporto di ricerche umanistiche su testi con particolare attenzione alla filologia, e dall’altro il Natural Language Processing (NLP), volto all’analisi delle strutture linguistiche soggiacenti al testo.

Nel corso degli anni, a partire dalla fine degli anni ‘80, sono state sviluppate importanti sinergie tra le due linee di attività, che hanno dato origine a una linea di ricerca strategica, dedicata alla progettazione e costruzione di risorse e infrastrutture linguistiche e alla definizione di standard di rappresentazione condivisi.

Più recentemente, seguendo gli sviluppi correnti nel settore, a queste linee di attività “storiche” si è affiancato un filone di ricerca focalizzato sulla definizione di modelli computazionali del linguaggio e della cognizione.